Tatuaggi in giapponese, impara a distinguerli

Tatuaggi giapponesi

I tatuaggi in giapponese sono spesso un'opzione per scrivere sia nomi che parole con cui abbiamo un'affinità speciale. Tuttavia, se non ci informiamo bene, possiamo ritrovarci con un tatuaggio brutto o scritto male ...

Così, abbiamo preparato questo articolo di tatuaggi in giapponese con cui ti insegneremo a distinguere i due sillabari di questa lingua dai kanji.

L'eleganza dell'hiragana

Tatuaggi di caratteri giapponesi

Hiragana è il primo sillabario che i giapponesi imparano. Considerato il più semplice dei tre, è stato inventato dalle donne di questo paese quando non avevano accesso alla scrittura. L'hiragana è composto da 46 caratteri che formano sillabe (tranne il suono n, che va da solo). Non hanno valore concettuale, ma fonetico, ed è usato non solo per formare parole intere, ma anche come particelle che accompagnano verbi, aggettivi ...

Il katakana, il sillabario straniero

Katakana è l'altro sillabario di questa lingua e una delle stelle dei tatuaggi in giapponese se vuoi scrivere il tuo nome, per esempio. Con tratti più bruschi e squadrati, l'uso del katakana consiste nel trascrivere parole straniere e onomatopea. Tuttavia, contrariamente a quanto potrebbe sembrare, il katakana è stato inventato molto tempo fa, nel IX secolo, da pezzi di caratteri cinesi.

I kanji, personaggi dall'altra parte del mare

Grandi tatuaggi giapponesi

Infine, i kanji sono il terzo script che puoi distinguere nei tatuaggi giapponesi. Importati dalla Cina, in giapponese i kanji sono un mondo intero: Non servono solo a scrivere molte parole, ma anche nomi propri e, se ciò non bastasse, possono essere pronunciati in molti modi diversi! A differenza dell'hiragana e del katakana, i kanji hanno un valore concettuale (con il quale a volte è possibile dedurne il significato, ma non come viene pronunciato).

Speriamo che questa guida impari a distinguere i tatuaggi in giapponese. Dicci, hai un tatuaggio in questa lingua? Fateci sapere nei commenti!


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.